Il pozzo di PETER: ci siamo!

La realizzazione del “pozzo di Peter” a Tin Tam è ormai prossima alla fine!!!
Ho ricevuto, grazie a Vittorio, la seguente mail di questo signor Bocary (il resp. dei lavori???)

Date: Sun, 18 May 2014 15:30:14 +0100 (BST) 
From: “bocaryguindo@yahoo.fr” <bocaryguindo@yahoo.fr>
Subject: Re : AUCUNE NOUVELLE?
To: Vittorio Antoniazzi <vittorioantoniazzi@virgilio.it
A’ Tin-tam tout se passe bien. L’installation de la pompe et des panneaux terminèe. Le prèsostat foctionne bien selon mes comprèhensions et selon les constats de Basori.
L’eau va suffisamment dans le chateau. Quelques fuites pas trés graves ont ètè trouvèes entre le chateau et Tintam. L’equipe de Basori est en train de faire ces corrections.
Reste encore quelque métres de tuyaux à poser et les bornes fontaine à faire. Cela prendra encore une semaine. Je te rappel que cette partie a ètè arrétè à cause de l’incomprèhension entre les quartiers du village. Mais là, ils sont tombès d’accord. Hier Basori et moi avons quittè Tintam pour aller voir la situation à Dèdji. Je te donnerai les infos. Puis Basori est allè à Sevarè, moi Je suis venu à Tin Tam. Le vendredi, j’ai rendezvous avec Basori à Bandiagara pour retourner à Tintam.
Et Je pense que tout sera ok d’ici à maxi 10jours. En tout cas, Je ne compte pas retourner à Bamako sans voir la fin de tous les travaux.
Merci.
Bocary

 A Tin Tam tutto bene. Installazione pompa e pannelli terminata. Il pressostato funziona bene, secondo me e anche secondo Basori. L’acqua arriva a sufficienza nel serbatoio. Qualche perdita ma non grave tra il serbatoio e TinTam. La squadra di Basori le riparerà presto.Ancora qualche metro di tubi da posare e le prese d’acqua da fare.

Per questo occorrerà ancora una settimana. Ti ricordo che questa parte era rimasta ferma a causa di questioni tra i quartieri del villaggio. Ma, alla fine, l’accordo è stato trovato. Ieri (il 17/05 ndt) io e Basori abbiam lasciato Tin Tam per andare a vedere la situazione a Dèdji. Ti terrò informato. Poi Basori è andato a Sevarè mentre io son tornato a Tin Tam. Venerdì (il 24/05?) devo vedermi con Basori a Bandiagara per ritornare a Tin Tam.
Penso che tutto sarà OK da oggi a max 10 giorni. In ogni caso non credo di ritornare a Bamako senza prima vedere la fine dei lavori.
Grazie
Bocary.

Quindi, contando anche il famoso effetto “c’est l’Afrique”, entro i primi di giugno l’impianto sarà terminato!

Vittorio, alla mia mail di ringraziamento per avermi girato queste info, mi scrive:

Ciao Umberto.
si ormai siamo in dirittura d’arrivo veramente ed incrociamo le dita fino alla fine anche se le info sono del tutto rassicuranti. Fin’ora.
Se vorrete scendere nella primavera 2015 sappiate che le temperature in falesia Dogon sono di 45-48°C nel mese di aprile. Per cui scegliete gennaio, max metà febbraio.
Se volete, lo stesso Bocary può farvi trovare fuoristrada Toyota Land Cruiser 80 o 100 e voi arrivate in aereo. In un paio di settimane con comodo vi fate una vacanza.
Alla prossima, ancora grazie, Vitt.

A questo punto è necessario che noi si cominci seriamente a pensare a cosa vogliam fare per portare la targa che dovrà dare il nome di Peter a questo pozzo.

Tin Tam non è un sobborgo di Douz e quindi sarà bene che ognuno affronti seriamente la questione del viaggio in Mali.
Pertanto penso che il periodo tra Natale e Capodanno potrebbe essere giusto.
A questo punto ci sono almeno due ipotesi:
– chi ha tempo, diciamo almeno 4-5 settimane, può pensare di scendere con la propria 4×4 via Marocco Mauritania Senegal;
– chi non ha tempo e/o 4×4, potrebbe appoggiarsi a Bocary, mettendo in conto almeno due settimane per la cosa.

Mancano 6 mesi circa, che non sono poi tantissimi, per cui invito tutti gli amici di Peter a farsi parte diligente nel prendere questa decisione (partecipare o non partecipare? Questo il problema Big Smile.)

Il blog non è certo il luogo più adatto per gestire il complesso progetto di viaggio che dovremo organizzare, per cui, se volete, mi metto a disposizione e apro una cartella al mio indirizzo mail (umberto@cambiamenti.it) nella quale raccogliere tutte le vostre proposte, osservazioni, suggerimenti, ecce ecce, al fine di arrivare, diciamo entro metà novembre ad essere pronti per acquistare biglietti e prenotare tutto il rimanente di questo viaggio rispetto a cui il 1° Memorial PK è stato un giochino da infanti.

Intanto, apro un prosecco millesimato per l’occasione e vi mando un frizzante “prosit”. Grin

 

 

Un pensiero su “Il pozzo di PETER: ci siamo!

  1. Leggo con piacere la bella notizia del pozzo!!! Big Smile
    Anche la sua realizzazione anticipata rispetto alle previsioni è altrettanto gradita.
    In questo caso il noto detto ” c’est l’Afrique…” è da intendersi in senso positivo.
    Quindi quale giorno migliore per iniziare a organizzare l’evento se non il 20 luglio prossimo, durante il pranzo dedicato a Peter, visto che è la data del suo compleanno.

Lascia un commento