primarie secondarie!

sono uno dei 3 milioni e passa che ha votato alle primarie del centrosinistra e che domenica prossima andrà anche per il ballottaggio. Mi ha ricordato certi climi da anni ’70 e anche ’80 quando la passione per la politica era forte e c’era persino qualche leader serio , a sinistra come a destra. Ora, al di là della piccola soddisfazione di poter finalmente indicare un nome di mio gradimento, per il resto mi rimane una sensazione di qualcosa che non è del tutto a posto. Bersani: non ha avuto il mio supporto; troppo coinvolto da troppo tempo e con programmi che son la fotocopia dei soliti discorsi uditi e stra-uditi. Se poi ripenso a quello che ha detto la RosiBindi nello speciale TG3 mentre commentavano i risultati allora son convinto di aver votato giusto, almeno la parte “contro” E la parte “pro” ? Qui ho dovuto cercare il meno peggio, ma non è stato semplice e comunque non son certo della scelta fatta, ma tant’è. Qualcuno penserà che visto dove sto di casa, visto che era la giornata dedicata alla protesta contro la violenza sulle donne, avrò votato Puppato. No. Laura Puppato, sarà una brava persona (lo è sicuramente) onesta, pulita, battagliera (almeno su questioni di casa) ma quanto a vedermela possibile Premier del paese Italia, ridotto in questi stati, beh, ci passa. Alla fine ho messo la croce su Renzi, per vedere se si riuscirà a fare un pò di pulizia inn casa nostra, ma nemmeno lui mi convince come Premier. Avrei potuto, quindi, starmene a casa direte voi, col mio cabernet mentre fuori c’era pure la nebbia e cominciava a far scuro. Ma è riemersa la mia voglia-coscienza di cittadino che vuol comunque partecipare, pur con le idee non del tutto chiare, almeno per confermare la bontà di un gesto partecipativo, contro la saccenza dei molti che han capito già tutto, che sanno che non funzionerà nulla meglio di prima, che son schifati dalla politica (non è che io ne sia entusiasta), ma se continueremo ad astenerci, ad andare al mare o ai monti, allora lasceremo il timone a … Monti o a qualcuno decisamente peggio di lui.
Ho visto un pezzo di una trasmissione, ma era ora tarda e riemergevo da un pisolo sulla mia comoda poltrona, in cui si vedeva un resort in kenia del noto Briatore con ospite Berlusconi e una miriade di attempate e sformate signore in bikini (pietà!) sulle spiagge di Malindi, a sorseggiare aperitivi e poi i loro mariti-compagni a giustificare la fuga da questo paese sanguisuga, dove han pagato troppe ingiuste tasse, a godersi la vita, loro che possono, contrariamente alla maggior parte di noi che le tasse le paghiamo ugualmente e non potremo forse mai migrare e divenire loro vicini di casa, in quelle eleganti e superconfortevoli ville, costruite e pagate con soldi forse non del tutto onestamente guadagnati e forse nemmeno regolarmente dichiarati. Mi sono incazzato forte; perchè la prima volta che il sig. Briatore torna in Italia, qualcuno , magari la GdF,non lo ferma e lo rovescia come un calzino?
Fortunatamente, l’oste vuol chiudere questo sfogo con una nota positiva: allegri, che Emilio Fede, ha fondato un partito e certi sondaggi gli danno il 3%. Il partito di Fede (speranza e carità) si chiama “vogliamo vivere”!!! Mi pare emblematico. E poi, se non basta, sembra che avremo finalmente la buona novella tanto attesa: giovedì Berlusca dovrebbe annunciare la sua ridiscesa in campo. Zombies d’Italia, alleluia, uscite dalle tane e mettetevi in coda dietro al grande imbonitore che promette di nuovo il nuovo, non sapendo neanche che cosa sia. Lo psichiatra Vittorino Andreoli, intervistato ad Otto e mezzo su La7, alla domanda secondo lui che dovrebbe fare Berlusconi, molto seriamente ha risposto che dovrebbe prendersi un pezzetto di terra e coltivare l’orto, come fanno moltissimi e felici pensionati. No, caro Vittorino, che il Berlusca poi, invece dell’orto, ci costruisce Milano 5!

Un pensiero su “primarie secondarie!

  1. Chissà, forse gli americani qualcosa ci possono insegnare in fatto di democrazia: in effetti se il sistema delle primarie regge da 300 anni (!!!) in uno stato federale di oltre 200 milioni di abitanti qualche cosa di buono avrà pure!
    Forse, magari non questa volta, questo sistema potrebbe essere il mezzo per arrivare a quel ricambio totale della classe politica che, a questo punto, diviene indispensabile. Questa volta mi sa che non sarà così, visto che slogan del candidato favorito è “Usato sicuro”, però ti concedo che queste elezioni primarie sono un buon inizio.

    E poi, se va avanti così, il pericolo è che i primi 3 partiti che usciranno dalle elezioni di aprile (o marzo) saranno il PD senza maggioranza qualificata (diciamo 35 – 37%), poi gli astenuti e le schede bianche ( 30 – 32% ) e quindi il Movimento 5 stelle di Grillo intorno al 18-20%: il centro e la destra si divideranno un 15 – 18% al massimo, frantumati in una miriade di gruppetti dai nomi improbabili aventi protagonisti impresentabili, a partire da Berlusconi che, una volta di più, ci ha dato dimostrazione della sua inaffidabiità, dichiarando solennemente che non si sarebbe ricandidato alle politiche e indicendo elezioni primarie per il centro destra salvo poi fare marcia indietro, addirittura pianificando la fondazione di un nuovo partito ….

    Non ho votato alle primarie: non so se voterò alle politiche, questa intera classe politica è da rottamare in blocco…………

    … a proposito: qualcuno sa dirmi con che legge elettorale voterete ?

    A casa. Tutti.

Lascia un commento