I compagni di merenda

E’ di questi giorni la scoperta di un nuovo filone di dazioni in favore della classe politica: quello che si sta scoprendo sulle abitudini degli amministratori della cosa pubblica alla regione lazio ci dice quanto la corruzione sia diffusa a tutti i livelli, anche a livello locale.

Questa sera guardavo “Piazzapulita” dove con grande candore si spiegava come le sottrazioni di danaro in una regione (ma si è accennato anche al comune e alla provincia…)  possono avvenire solo con la complicità attiva di diverse persone a livello di responsabilità progressivo…..
Dopo un po ho cambiato canale, il rivolgimento di stomaco stava arrivando a farmi vomitare.

A casa.Tutti.

Un pensiero su “I compagni di merenda

  1. eh sì, caro presidente, e io ieri sera mi sono obbligato ad assistere alla prima di REPORT 2012-13, dedicata ai nostri onorevoli e senatori, indagati, in attesa di giudizio o già giudicati (colpevoli!!!) ed ancora seduti in Parlamento -tranne Lusi, ma non temete, tra pochi mesi uscirà pure lui e tornerà nel gruppo misto, che si chiama misto perchè raccoglie tutta la monnezza dei nostri “onorevoli”- mentre si discute di legge anticorruzione. Legge che dovrebbe avere come primo ed immediato effetto quello di estromettere costoro dalla poltrona indegnamente occupata e, secondo, impedire che nella prossima legislatura ci arrivino altri come loro.
    E’ stato un supplizio dover ascoltare le loro candide autodifese o addirittura auto incensazioni come quella del pidiellino Landolfi: tutti a dire che se son lì è perchè lo ha voluto il popolo (cioè noi, anche io, te, orma, e tutti gli amici) e che rappresentano e difendono il popolo (sempre noi!!!). Questo, però, è anche un pò vero! Neutral A leggere le cronache circa il diffuso malcostume, l’evasione fiscale gigantesca, le ruberie pubblico-private, non si può che ammettere che costoro rappresentano degnamente questa parte di popolo, che anzi le mafie ce li han piazzati lì proprio per difendere le poco onorevoli categorie con poco onorevoli personaggi. A ciascuno il suo, unicuque suum, lo dicevano già i latini, quindi…che ci lamentiamo?
    E’ stata veramente dura arrivare a fine puntata, con uno strizzamento di budella e una rabbia per la facciazza tosta dei nostri, a vederli fancazzare tra i banchi del Parlamento, mai zeppo, se non in occasione delle votazioni per salvare qualcuno della casta Really Pissed Really Pissed Really Pissed
    Tu dici “a casa tutti” e io mi accodo, anche se qualcuno lo salverei; ma più di tutto mi spaventa il futuro prossimo. Ci sarà tempo e modo di trovare qualche centinaio di onesti, competenti e volonterosi personaggi, in grado di guidare questo paese sempre più traballante?
    Mala tempora currunt, e continuerà così anche dal 2013, temo proprio! Le grandi manovre gattopardesche sono in atto e anche i “tecnici” han cominciato ad apprezzare i benefit del potere! Vi sono ormai segnali inequivocabili di una loro conversione verso il ruolo politico, passando per la fase intermedia dei tecno-politici, che sarebbe la fase Monti-bis.
    La prospettiva di fare il pensionato fuori da questo paesello mi attira sempre più.

Lascia un commento