Elogio della fantasia

Tra tante brutture una notizia positiva, che conferma come al giorno d’oggi ci sia ancora la possibilità di creare nuove attività di successo con investimenti assolutamente contenuti.

FIXEL è una applicazione per iPhone che in tre settimane dalla sua uscita ha totalizzato ben 30.000 scaricamenti.
Il suo obiettivo è quello di creare, filtrare e condividere non video, non fotografie statiche ma gif animati, ossia una via di mezzo tra i due formati ma con un ‘peso’ in grandezza dei file molto limitato.
Quella del gif animato è una tecnologia molto vecchia, conosciuta da almeno 10 anni, per cui quì è proprio l’idea pura e semplice che ha lanciato questa attività.

Per maggiori informazioni:
http://youspin.co/blog/fixel-iphone-app-make-your-car-photographs-move-better-than-gifs/

Il nostro forum

E’ con grande dispiacere che devo annunciare ai nostri naviganti la sospensione della pubblicazione del forum di Saharaland, attivo da ben 11 anni. Ripetuti attacchi di hackers subiti nelle ultime 48 ore ci hanno costretti a prendere questa dolorosa decisione: i bugs presenti nel codice davano modo ai pirati di effettuare attacchi DoS verso altri sistemi, il che comporta automaticamente la chiusura del nostro sistema da parte del provider che ci supporta, e questa misura, sicuramente giustificata, non possiamo però accettarla.

Faremo il possibile per trasferire i messaggi del forum in questo blog, ci stiamo già lavorando e speriamo di riuscirci entro un paio di mesi.

Continuate a seguirci qui, la nostra voce non si spegne!

Il crepuscolo degli dei

Il Fondo Monetario Internazionale ha appena pubblicato un rapporto che trasuda grande preoccupazione perché l’aspettativa di vita è troppo alta. Questo non va bene, ci dicono i signori della finanza, perché così facendo vanno in malora i sistemi di previdenza…..

…..e dunque quale può essere la soluzione ? Una bella guerra ? La sperimentazione dal vivo di qualche nuova arma biologica ?  oppure ….. Si!, incentivi per chi si suicida ?
Si, credo che l’ultima soluzione potrebbe funzionare: uno o due componenti di ogni famiglia si suicidano così gli altri possono sopravvivere con la somma dei contributi.

Prego, signora Lagarde, dopo di lei……

Un moto di stomaco

Il popolo italiano stà assistendo non più attonito ma sempre più inc…. arrabbiato alla vicenda dei rimborsi elettorali graziosamente riconosciuti ai partiti politici.
Apprendiamo che tutti i partiti, compresi quelli che non sono rappresentati in parlamento e quelli che non ci sono più perché sono stati sciolti, hanno ricevuto un mare di danaro pubblico a fronte di …. nulla! La lega ha documentato un milione di spese ricevendone in cambio 42 a titolo di rimborso e tutti gli altri partiti si sono comportati allo stesso modo, documentando spese di molto inferiori alle cifre incassate.
Apprendiamo che con questi soldi i partiti ci comprano ville e automobili, finanziano case di cura e fanno laureare i familiari dei capi, che insomma ci fanno la bella vita mentre noi, il popolo, dobbiamo tirare la cinghia e privarci progressivamente delle tante piccole e grandi cose che ci eravamo faticosamente conquistati, in primis il lavoro.
Apprendiamo che, mentre decine di persone si suicidano a causa della mancanza di lavoro, della mancanza di danaro e dello stato che non paga, questi signori (oddio, “signori proprio no) aspettano la paghetta di 100 milioni di euro che arriverà entro il mese di luglio di quest’anno.

Qualcuno sta cominciando a fiutare la puzza di bruciato: Di Pietro ha annunciato di aver depositato in Cassazione un referendum per l’abolizione totale di ogni forma di dazione dello stato ai partiti; l’ex ministro degli esteri di Berlusconi Frattini invita a rinunciare subito ai 100 milioni di quest’anno: il sindaco di Firenze Renzi insiste nel sostenere l’abolizione totale immediata di ogni finanziamento.

Si, perché se qualche voce sperduta viene fuori quelli che contano ( ABC ) sono decisi a fare una legge in tempi rapidissimi che imponga strettissime regole di trasparenza ai partiti, compresa la certificazione dei bilanci, con pesanti sanzioni per chi non le rispetta.
Il Tiggìdue riassume efficacemente dicendo ” i partiti si stanno dando da fare per approvare in tempi brevi una legge che garantisca la trasparenza nel finanziamento pubblico”.

Capito ? Facciamo una bella legge sulla trasparenza ma ci prendiamo lo stesso la torta dei soldi.

Vado a vomitare in bagno

Mali – la situazione si complica

Non c’è pace per il Mali.

Un gruppo di armati della formazione Boko Oram, il gruppo islamico nigeriano diventato famoso per la pulizia etnica a danno dei cristiani del nord del suo paese, ha sconfinato in Mali ed ha conquistato la città di Gao.

Nel frattempo anche Timbouctu è caduta in mano a formazioni di AQMI ( Al Qaeda del Maghreb Islamico ) mentre i militari golpisti stanno cercando di far eleggere come nuovo Presidente il presidente dell’Assemblea Nazionale.